Petrolio: Brent e WTI

by Massimiliano Benincasa
in News
Hits: 387

Quando sui mercati parliamo di petrolio, il riferimento va al Brent e Wti, le due qualità oggetto dei contratti futures. Il Brent viene estratto nel Mare del Nord, è il riferimento mondiale per il mercato del greggio. Il Wti (West Texas Intermediate) è il greggio estratto in Texas, Lousinana e Nord Dakota e scambiato tramite contratti futures nel NYMEX, mercato petrolifero americano.

Il Wti viene considerato più pregiato ed è estratto in zone senza sbocco sul mare, quindi sottoposto a costi di trasporto decisamente maggiori rispetto al Brent. Ciò nonostante, il Brent è spesso più costoso del Wti in quanto la maggiore quota di produzione degli USA, ne deprime il prezzo.

Cosa succederà quando l’economia ripartirà dopo il lockdown?
Possiamo immaginare 2 scenari, uno positivo e uno negativo.

Se la capacità di ripartenza dell’estrazione, sarà meno veloce della domanda ci potremmo aspettare un "overshooting", un rimbalzo del prezzo superiore a quello di un normale riequilibrio.
Se invece gli impianti saranno pronti non appena la domanda riprende, l’offerta ripartirà e potremmo avere un andamento ordinato di recupero dei prezzi del petrolio.

Nel medio termine, a determinare il prezzo sarà la politica dei Paesi produttori di sostenere con le rendite petrolifere le loro economie.
Il Fondo Monetario Internazionale stima questo livello in 50-60$; la domanda di energia da fonti fossili è prevista ancora in aumento fino al 2040.

We keep in touch.

 

 

 

Pin It